Comune di Brivio (LC)

logo Patto dei Sindaci
 

Il Patto dei Sindaci - un impegno per l'energia sostenibile
Il Patto dei Sindaci è il principale movimento di contesto europeo rivolto alle Amministrazioni Locali e Regionali che, aderendo su base volontaria, si impegnano ad aumentare l'efficienza energetica e l'uso di energie rinnovabili sul territorio. Sottoscrivendo il Patto, i firmatari mirano a garantire e superare l'obiettivo dell'Unione Europea di ridurre le emissioni di CO2 del 20%, entro il 2020. La Commissione Europea, Direzione Generale Energia, sostiene gli sforzi compiuti dagli enti locali nell'attuazione delle politiche energetiche sostenibili ed ha lanciato il Patto dei Sindaci per coinvolgere le Autorità Locali e regionali nella lotta contro il cambiamento climatico.

I Governi Locali svolgono un ruolo fondamentale nel mitigare gli effetti del cambiamento climatico, tanto più se si considera che l'80% del consumo energetico ed emissioni di
CO2 è associata ad attività urbane. I Capi di Stato e di Governo hanno fissato una serie di obiettivi ambiziosi di clima ed energia da raggiungere entro il 2020, noto come "20-20-20" ovvero ridurre le emissioni di gas serra dell'UE di almeno il 20% rispetto al 1990, ottenere che il 20% del consumo di energia dell'UE provenga da fonti rinnovabili, nonché ridurre del 20% il consumo di energia primaria attraverso il miglioramento dell'efficienza energetica.
Aderendo al Patto dei Sindaci, il Comune di Brivio si unisce agli altri Governi Locali per il raggiungimento dell'obiettivo dichiarato: diminuzione dell'emissione di CO2 di almeno il 20% sul proprio territorio comunale entro l'anno 2020.

- delibera G.C. n. 16 del 20/02/2012 "Partecipazione al bando Fondazione Cariplo 2012 -Promuovere la sostenibilità energetica nei Comuni piccoli e medi ed approvazione protocollo d'intesa"
- delibera C.C. n. 4 del 18/02/2013 "Adesione Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (P.A.E.S.)"
 

P.A.E.S. - Piano di Azione per l'Energia Sostenibile

La costruzione del Piano è un processo partecipato che combina vari fattori: partendo dai dati disponibili relativi alle attuali emissioni di CO2, mira alla riduzione delle stesse del 20% entro l'anno 2020. L'obiettivo potrà essere raggiunto solo se verrà adeguatamente partecipato, oltre che dall'Amministrazione Comunale, anche da tutti i cittadini in tutti i settori del territorio. In questo contesto si inserisce la comunicazione rivolta ed acquisita dai cittadini ed dalle imprese, prima, durante e dopo la sua approvazione, in occasione degli aggiornamenti del Piano.
- invio questionario rivolto alle Aziende (prot.  n. 3495 del 01/03/2013)
- invio questionario rivolto alle famiglie (prot. n. 4217 del 15/03/2013)
- invito all'incontro informativo del 18 Giugno 2013 (prot. n. 8628 del 04/06/2013)


Un Piano d’azione per l’energia sostenibile (PAES) è un documento chiave in cui i firmatari del patto delineano in che modo intendono raggiungere l’obiettivo minimo di riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020. Definisce le attività e gli obiettivi, valuta i tempi e le responsabilità assegnate. I firmatari del Patto sono liberi di scegliere il formato del proprio PAES, a condizione che questo sia in linea con i principi enunciati nelle Linee Guida del PAES.

Con la delibera di Consiglio Comunale n. 48 del 18/11/2013 è stato approvato il 

 

 Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES).

- allegato 1 alla delibera C.C. n. 48/2013 "Inquadramento tecnico normativo"
- allegato 2 alla delibera C.C. n. 48/2013 "Baseline Emission Inventory (BEI)"